Il gesto d'amore più prezioso per la tua pelle

Carotenoidi e Salute della Pelle

Caratteristiche generali

I carotenoidi sono una grande famiglia costituita da circa 600 molecole liposolubili, presenti solitamente negli alimenti di origine vegetale.
Ormai da diversi anni i carotenoidi, in particolare il Beta-Carotene, sono balzati agli onori della cronaca per la loro imponente attività antiossidante, osservata soprattutto nei confronti dell'ossigeno singoletto, specie altamente reattiva.
Ulteriori studi hanno inoltre descritto la presenza di queste molecole, in particolare della luteina e del licopene, nella cute umana, osservando come:

  • un'appropriata supplementazione risultasse in grado di ottimizzare le concentrazioni tissutali di questi antiossidanti;
  • l'esposizione a fattori pro-ossidanti, come fumo di sigaretta o radiazioni ultraviolette, ne riducesse sensibilmente la presenza.

Queste evidenze sperimentali hanno quindi contribuito a creare una connessione diretta tra i carotenoidi e la salute cutanea.

I primi studi

Le prime notizie relative all'utilità dei carotenoidi per la salute cutanea, risalgono a differenti anni fa, quando  il consumo appropriato di frutta e verdura si associò ad una riduzione significativa delle malattie della cute, in particolare del rischio di carcinomi cutanei.
Solo negli anni si è riusciti gradualmente a caratterizzare i responsabili di questo effetto protettivo indicando tra i vari fitonutrienti anche i carotenoidi.
I successivi lavori dimostrarono come il consumo di uova, ottima fonte di luteina, o di verdure a foglia verde, ottima fonte di Beta-Carotene, si associava ad un sensibile miglioramento della cute, in particolare al mantenimento adeguato delle caratteristiche strutturali e funzionali della matrice extracellulare.
La coronazione di tali proprietà arrivò solo pochi anni dopo quando si dimostrò, nella popolazione Italiana, come il consumo appropriato di verdure a foglia verde risultasse efficiente nel ridurre sensibilmente il rischio di sviluppo del carcinoma squamo-cellulare ( un tipo di tumore della pelle).
Anche in questo caso, tuttavia, si sottolineò l'importanza del fitocomplesso ma soprattutto della sinergia tra vari elementi come carotenoidi, vitamina A, vitamina E, acido folico e minerali.

Il Beta-Carotene

Il Beta-carotene è uno dei principali membri della vasta famiglia dei carotenoidi; è caratterizzato da un'intensa colorazione rosso-arancio e da una struttura chimico-fisica molto complessa, riconducibile alla vitamina A.
Questo pigmento è presente soprattutto nella frutta di colore gialla e arancio, come la papaya, le carote e le patate, ma anche nei vegetali a foglia verde come gli spinaci.
La sua più importante funzione, oltre a quella di pro-Vitamina A, è rappresentata dalla capacità di detossificare l'ambiente cellulare dai radicali liberi dell'ossigeno, in particolare dall'ossigeno singoletto.
I differenti studi hanno dimostrato come il Beta-Carotene possa :

  • ridurre l'entità dell'eritema cutaneo successivo all'eccessiva esposizione alle radiazioni ultraviolette;
  • sostenere le difese immunitarie cutanee, potenzialmente compromesse dall'azione lesiva delle radiazioni ultraviolette;
  • ridurre l'entità delle alterazioni strutturali e funzionali della matrice extracellulare, indotte dall'eccessiva esposizione alle radiazioni ultraviolette;
  • proteggere le strutture cellulari dalle modificazioni indotte dai radicali liberi dell'ossigeno.

Il Licopene

Il Licopene è un altro pigmento importante per la salute umana, appartenente alla famiglia dei carotenoidi e presente soprattutto nei pomodori e negli altri frutti di colore rosso-arancio, come le carote, l'anguria o la papaya.
L'azione antiossidante di questo pigmento si è osservata sia in seguito all'integrazione orale della molecola sia dopo l'utilizzo topico della stessa.
Nei vari studi si è osservata la capacità del Licopene di:

  • ridurre la comparsa di rughe e segni dell'invecchiamento;
  • ridurre il tasso proliferativo di alcune cellule maligne, potendo così espletare un'azione antitumorale. Studi per lo più effettuati in vitro.
  • Controllare l'attività dei fibroblasti, cellule coinvolte nella rigenerazione della matrice extracellulare.

La Luteina

La Luteina è un'altra importante molecola appartenente alla famiglia dei carotenoidi, in particolare al sottogruppo della xantofille.
Presente soprattutto nei vegetali a foglia verde come broccoli e spinaci, può tuttavia essere presente anche in altri prodotti vegetali come il mais e in prodotti di origine animale come il tuorlo d'uovo.
Il suo ruolo di antiossidante cutaneo e sistemico è ormai stato ben caratterizzato, mentre restano da indagare ancora tutte le sue numerose potenzialità cliniche.
Intanto, dagli studi sperimentali e dai dati epidemiologici emergono alcune importanti proprietà della Luteina, come:

  • quella antiinvecchiamento cutaneo, attribuibile alla capacità di mantenere integra la struttura della matrice extracellulare;
  • quella antitumorale, come osservato in modelli sperimentali nei quali si è osservata una riduzione di oltre il 50% del rischio di carcinoma squamo cellulare e melanoma cutaneo;
  • quella fotoprotettiva, concretizzatasi nella riduzione dell'eritema post-esposizione solare e nel mantenimento dell'integrità strutturale della matrice;
  • quella antiossidante, osservata in differenti studi nei quali l'uso di questa molecola si è rivelato prezioso nel ridurre i danni cellulari indotti dalle specie reattive dell'ossigeno.

Considerazioni

Alla luce dei numerosi studi presenti in letteratura e dei vasti dati epidemiologici disponibili,  appare evidente come una dieta ricca in frutta e vegetali possa rappresentare la prima strategia preventiva efficace nel preservare la cute dall'aging strutturale e funzionale.
Il consumo giornaliero di almeno 5 porzioni tra frutta e verdure, dovrebbe rappresentare i pilastri su cui fondare l'intero protocollo anti-aging.


Vedi anche: fillers all'acido ialuronico

Bibliografia

  • Boelsma E., Hendriks H.F., Roza L. Nutritional skin care: health effects of micronutrients and fatty acids. Am. J. Clin. Nutr. 2001;73:853–864.
  • Gloster H.M., Jr., Brodland D.G. The epidemiology of skin cancer. Dermatol. Surg.1996;22:217–226.
  • Boelsma E., Hendricks H.F.J., Roza L. Nutritional skin care: health effects of micronutrients and fatty acids. Am. J. Clin. Nutr. 2001;73:853–864
  • Nutrients. 2010 Aug;2(8):903-28. doi: 10.3390/nu2080903. Epub 2010 Aug 24. The role of phytonutrients in skin health. Evans JA1, Johnson EJ.
  • Heinrich U., Gartner C., Wiebusch M., Eichler O., Sies H., Tronnier H., Stahl W. Supplementation with beta-carotene or a similar amount of mixed carotenoids protects humans from UV-induced erythema. J. Nutr. 2003;133:98–10

Altri articoli che ti potrebbero interessare

DIETA E INTEGRATORI ANTIAGING

MEDICINA ESTETICA ANTIAGING

COSMETICI ANTIAGING

RUGHE E INVECCHIAMENTO: DA COSA DIPENDONO?